USI e Ideatorio Logo Visita il sito dell'USI Torna alla homepage

Focus 4

Ho imparato a ridere con te grazie a una marionetta...

 Immagini durante il lavoro dei bambini con le marionette

Riuscire a cogliere le emozioni dell’altro, anche solo dallo sguardo, è una capacità straordinaria dell’essere umano. Una capacità tutt’altro che scontata, soprattutto quando si ha a che fare con bambini autistici: “in questi casi – sottolinea Emmanuelle Drecq, ergoterapista del Dipartimento sanità della SUPSI - riuscire a comunicare con il proprio bambino è forse la cosa più bella che si può offrire a un genitore”.

Partendo dall’esperienza professionale, la ricercatrice ha elaborato una metodologia, denominata SAS (Sviluppo Abilità Sociali) costruita sull’interazione dei bambini con pupazzi animati dal terapeuta.

Alla luce dei risultati ottenuti, è nato un progetto di ricerca volto a mostrarne la validità. Lo studio, intitolato How to learn social cognition? A study on occupational therapy for young children with autisticspectrumdisorders, ha ottenuto il finanziamento del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS Dore) e sarà condotto in collaborazione con la prof.ssa Evelyne Thommen dell’Università di Losanna. Fra gli altri partner c’è anche la Fondazione A.R.E.S (Autismo Ricerca e Sviluppo), il servizio di neuropediatria di Bellinzona e due centri italiani, punti di riferimento nello studio dell’autismo e della cognizione sociale, il centro “Nostra Famiglia” di Bosisio Parini (Como) e il dipartimento di psicologia dello Sviluppo dell’Università di Torino.

Autismo: prendi una marionetta per amico, La stampa, 23/02/2011

Ulteriori approfondimenti:
Associazione svizzera ergoterapisti
Autismo Svizzera italiana
Fondazione ARES

Progetto di ricerca:

La Peut-on apprendre la cognition sociale?
Une étude sur une intervention ergothérapeutiqueauprès de jeunes enfants atteints de troubles du spectre de l'autisme.

Ente finanziatore:
  • Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica (FNS Dore)

Responsabile del progetto:

emmanuelle [dot] drecq [at] supsi [dot] ch (Emanuelle Rossini Drecq)

Dipartimento sanità

La voce dei ricercatori:

This text will be replaced
Download
Intervista a Emmanuelle Rossini Drecq

 

“La cosa che mi colpisce sul volto dei bambini con autismo è quella tristezza rassegnata che hanno già a due o tre anni... e poi il primo ridere assieme... lì è il miracolo, è la meraviglia.”
Emmanuelle Rossini Drecq, ergoterapista SUPSI - DSAN

 

SUPSI - Dipartimento sanità

Il Dipartimento sanità della SUPSI offre la possibilità di frequentare percorsi di formazione Bachelor in cure infermieristiche, ergoterapia e fisioterapia, ai quali si aggiungono percorsi di formazione continua dedicati a professionisti. Sempre più spazio inoltre è dato alle attività di ricerca soprattutto in ambiti applicativi: la pratica e le tecniche professionali, la promozione della salute e la prevenzione, le scienze della riabilitazione, gli aspetti della cura orientati alla multiculturalità. Per quanto concerne l’ergoterapia, o terapia occupazionale, la SUPSI dal punto di vista della formazione si affianca ad altre realtà svizzere come le università di Losanna e di Winterthur.

Indirizzo:
SUPSI - Dipartimento sanità
Galleria 2
CH-6928 Manno
T +41 (0)58 666 64 00
F +41 (0)58 666 64 01