USI e Ideatorio Logo Visita il sito dell'USI Torna alla homepage

Sparks

Nell’ambito del progetto europeo “Sparks”, L’ideatorio e la Facoltà di scienze biomediche dell’USI organizzano alcuni momenti per confrontarsi e dibattere attorno al tema del futuro della medicina. Gli incontri sono svolti in collaborazione con l’EOC e la SUPSI.
Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di due eventi distinti: un ciclo di sei conferenze dal titolo "E tu come stai?" e una giornata dedicata al dialogo sul futuro della medicina, il 3 febbraio 2018, con un modulo in cui i cittadini raccontano a degli esperti le proprie preoccupazioni sul sistema sanitario (dal titolo "Cosa ne pensi tu?") e un secondo in cui una trentina di esperti del settore sociosanitario si confrontano sul tema della formazione interprofessionale in questo ambito (dal titolo "La formazione interprofessionale nel settore sanitario").

E TU COME STAI? - CICLO DI INCONTRI 
Quale rapporto abbiamo noi cittadini con la medicina? Quanto incidono le nostre abitudini, l’ambiente e lo sviluppo tecnologico sulla salute? Come garantire cure di qualità accessibili a tutti? Nel contesto del programma di ricerca europeo SPARKS, la Facoltà di scienze biomediche e L’ideatorio USI, in collaborazione con numerosi enti e associazioni della Svizzera italiana propongono un ciclo di sei conferenze per riflettere e discutere sulle sfide future della medicina, in un dialogo diretto tra esperti, cittadini e associazioni attive sul territorio.

Corpo aumentato, corpo riparato 
19 febbraio 2018 – Centro sportivo, Tenero, 20:30
Fra duecento anni invecchiare sarà solo un ricordo? Già oggi disponiamo di impianti e protesi per colmare i deficit del nostro corpo. Gli interventi riparatori diventeranno sempre più biotecnologici e saranno in grado non solo di riparare ma anche di aumentare le nostre capacità. Dov’è il limite tra riparare e aumentare?
In dialogo con il pubblico:
Giovanni Pedrazzini, professore Facoltà di scienze biomediche USI
Daniela Cerqui, antropologa
Luca Gambardella, informatico
Graziano Ruggieri, geriatra e specialista in medicina riabilitativa
Adriano Previtali, avvocato, Pro infirmis

Non è un paese per vecchi
26 febbraio 2018 – Aula magna Accademia di architettura, Mendrisio, 20:30
Le città sono un luogo di vita pensato e costruito per tutti? Il modo e la forma in cui i quartieri e le città sono costruiti e organizzati determinano la salute e il benessere dei suoi abitanti. Questo impatto è ancor più marcato sui soggetti più deboli come gli anziani. In che modo la struttura urbana risponde alle esigenze della popolazione?
In dialogo con il pubblico:
Luca Gabutti, professore Facoltà di scienze biomediche USI
Andrea Vitali, medico e scrittore
Matteo Vegetti, filosofo
Guido Ongaro, geriatra
Giovanni Bolzani, ingegnere, ass. Generazioni e sinergie

Intolleranze alimentari, allergie e mode
5 marzo 2018 – Auditorium Università della Svizzera italiana, Lugano, 20:30
È vero che seguire una dieta ‘gluten-free’ fa meglio alla salute? Perché siamo sempre più confrontati con intolleranze e allergie alimentari? In un mondo pieno di raccomandazioni e consigli per seguire un’alimentazione equilibrata, risulta sempre più difficile capire quale dieta seguire. Mangiare è divenuta una nuova malattia.
In dialogo con il pubblico:
Giacomo Simonetti, professore Facoltà di scienze biomediche USI
Francesca Rigotti, filosofa
Dario Bressanini, chimico e divulgatore scientifico
Evelyne Battaglia-Richi, nutrizionista e presidente ACSI

Ci ammaliamo respirando? 
20 marzo 2018 – Aula Magna scuole medie, Stabio, 20:30
Respiriamo per vivere, ma ci ammaliamo con l’aria che respiriamo. I livelli di guardia per le polveri fini sono regolarmente superati nella Svizzera italiana. Sono anche aumentati i problemi respiratori che secondo gli esperti sono in parte da collegare alla qualità dell’aria. Abitare in città e vicino alle autostrade ci rende malati?
In dialogo con il pubblico:
Pietro Majno Hurst, professore Facoltà di scienze biomediche USI
Mirco Moser, ingegnere, Uff. cantonale dell’aria
Marco Pons, pneumologo
Giorgio Noseda, cardiologo

Cara salute, quanto mi costi?
9 aprile 2018 – Aula Magna Istituto cantonale di economia e commercio, Bellinzona, 20:30
I costi della salute sono sempre in crescita e meno sopportabili per la popolazione. Un aumento costante negli ultimi anni che ci invita a riflettere sulle cause che determinano l’esplosione dei premi delle casse malati. Come garantire una medicina di qualità e economicamente sostenibile per tutti? Quanto vale la nostra salute?
In dialogo con il pubblico:
Michele Ghielmini, professore Facoltà scienze biomediche USI
Franco Cavalli, oncologo
Luca Crivelli, economista
Fabrizio Barazzoni, capo formazione accademica EOC
Laura Regazzoni Meli, Associazione consumatori Svizzera italiana (ACSI)

Caro dottore, mi ascolti? 
23 aprile 2018 – Auditorium Università della Svizzera italiana, Lugano, 20:30
Lo sviluppo scientifico permette oggi di disporre di cure e di diagnosi sempre più efficaci. In questa evoluzione il paziente ha però anche l’impressione di ricevere più risonanze magnetiche e meno ascolto. Come evolverà il rapporto medico-paziente nell’era della tecnologia? Quali attenzioni dobbiamo avere per mantenere la persona al centro della cura?
In dialogo con il pubblico:
Alain Kälin, professore Facoltà scienze biomediche USI
Claudia Gamondi, oncologa, specialista in cure palliative
Sara Rubinelli, filosofa
Sandro Bonetti, medico
Sabrina Melchionda, giornalista

 

GIORNATA DI RIFLESSIONE SUL FUTURO DELLA MEDICINA
3 febbraio 2018 - Università della Svizzera italiana

“COSA NE PENSI TU?”
Cittadini in dialogo

Fino a quando riusciremo a pagare le casse malati?  Cosa manca nell’attuale sistema sanitario? Quale medicina vogliamo in futuro? Un gruppo di cittadini racconta a degli esperti del settore sanitario le maggiori preoccupazioni alle quali sono confrontati nell’ambito della salute.
3 febbraio 2018 - Università della Svizzera italiana, 8:30-12:30

“LA FORMAZIONE INTERPROFESSIONALE NEL SETTORE SANITARIO”
Esperti in dialogo

Medici, infermieri, fisioterapisti, nutrizionisti, ergoterapisti, assistenti di cura hanno qualcosa in comune: la cura del paziente. Come promuovere quindi l’interprofessionalità nella formazione del settore sanitario? Durante un pomeriggio con tavole rotonde in parallelo una trentina di esperti provenienti da settori diversi dialogheranno sul futuro del sistema formativo nell’ambito sanitario in Ticino.
3 febbraio 2018 - Università della Svizzera italiana, 13:30-17:00

2018

  • Download

    Volantino ciclo di conferenze - E tu come stai? (PDF 46.13 KB)

  • Download

    Volantino - Cosa ne pensi tu? (PDF 77.03 KB)

  • Download

    Volantino - L'interprofessionalità nel settore sanitario (PDF 154.93 KB)

Con la collaborazione e il sostegno di: