USI e Ideatorio Logo Visita il sito dell'USI Torna alla homepage

Focus 2

Quando leggere è un problema

Ansioso, insicuro, distratto, fragile, apatico e magari anche svogliato, sono alcune caratteristiche che, secondo uno studio della SUPSI, gli insegnanti attribuiscono a quei bambini con evidenti difficoltà nella lettura; ma dietro quelle difficoltà e quel bambino poco brillante a volte potrebbe esserci un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) e un bambino tutt’altro che svogliato.

Lo studio, finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica (FNS DoResearch) e condotto da ricercatori del nuovo Dipartimento della Formazione e dell’Apprendimento (DFA) di Locarno, ha studiato qual è la rappresentazione della dislessia che hanno gli insegnanti di scuola elementare della Svizzera italiana, cercando di stabilire la percentuale di bambini con simili disturbi.

I risultati hanno mostrato una grande incertezza da parte dei docenti sulle cause e di conseguenza su come affrontare il problema, mentre per quanto riguarda l’incidenza, secondo i dati ottenuti, una percentuale che va dal 3,5% al 4,5 % di bambini di terza e quinta elementare avrebbero importanti difficoltà nella lettura.

Sulla base di quanto emerso, ci aspettiamo adesso che il futuro della ricerca possa darci qualche strumento di sostegno in più. Non è possibile guarire dalla dislessia, ma è possibile arrivare a un recupero funzionale, consapevoli del fatto che anche un allievo dislessico, con gli adeguati mezzi compensativi, soprattutto con gli ausili informatici di oggi, può raggiungere livelli d’istruzione universitaria senza difficoltà.

Il progetto iniziato nell’aprile del 2008 si è concluso nel novembre del 2009.

Riferimenti:
F. Leoni, F. Tocchetto: Difficoltà di lettura e dislessia, "Dislessia", Erickson ed.,
vol.7, n.2, pp. 131-164

Ulteriori approfondimenti:
Associazione dislessia gruppo Svizzera italiana
Forum Unesco sulla dislessia
Learning Disabilities Worldwide

Progetto di ricerca:

La dislessia un disturbo specifico dell’apprendi-mento: rappresentazioni degli insegnanti e diffusione nelle scuole della Svizzera italiana.

Ente finanziatore:
Responsabile del progetto:

fabio [dot] leoni [at] supsi [dot] ch (Fabio Leoni, psicologo Fsp/Skjp DFA – SUPSI)

Dipartimento della Formazione e dell’Apprendimento (DFA)

La voce dei ricercatori:

This text will be replaced
Download
Intervista a Feliciana Tocchetto e Fabio Leoni

Un disturbo chiamato dislessia
da Il Giardino di Albert (RADIO) – RSI Rete DUE
puntata del 14 Febbraio 2010

Feliciana Tocchetto“Non tutti i bambini che hanno difficoltà di lettura presentano una dislessia.”
Feliciana Tocchetto

Fabio Leoni“Sono bambini e ragazzi non malati, ma con un modo di apprendere diverso”
Fabio Leoni, psicologo

SUPSI - Dipartimento della Formazione e dell’Apprendimento (DFA)

Il DFA, già Alta Scuola Pedagogica (ASP), di Locarno è un dipartimento della SUPSI che si occupa della formazione iniziale e continua dei docenti di scuola dell’infanzia, elementare, media e media superiore, nonché di ricerca in ambito educativo. Il dipartimento svolge attività di ricerca in rete con docenti, istituti scolastici, altri centri in Svizzera e nel mondo, come servizio alle scuole e agli insegnanti, su due dimensioni: una sistematica presa di consapevolezza delle pratiche d’insegnamento nelle scuole e una dinamica di innovazione volta al miglioramento della qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento, ponendo sempre al centro gli allievi/studenti.

Indirizzo:
Piazza San Francesco 19
CH – 6600 Locarno