USI e Ideatorio Logo Visita il sito dell'USI Torna alla homepage

Focus 15

In cammino con Dimitri, alle radici del Physical theatre

C’è un luogo nella Svizzera italiana che più di ogni altro lega la sua storia recente al teatro e alla clownerie: un piccolo villaggio, Verscio, in cui da decenni si fa e si studia teatro, in cui, sotto l’aura ispiratrice di un personaggio che è già un’icona, il clown Dimitri, è nato anche un Museo del comico, un parco e una Casa del clown. Oggi, questo piccolo regno dell’arte teatrale fondato negli anni ’70, attira centinaia di studenti e teatranti provenienti da tutto il mondo.

Caso unico in Europa, la Scuola Teatro Dimitri propone un teatro che è sintesi di tradizioni diverse e per questo un teatro nuovo, che va dalla commedia dell’arte alla clownerie, dalla pantomima alla danza moderna. Eppure, questa forma teatrale, conosciuta con il nome di Physical theatre, teatro di movimento, ancora oggi stenta a trovare una sua identità. Intorno a tutto questo, a Dimitri, al Physical theatre, a Verscio e alla sua scuola di teatro, è nato un progetto di ricerca finanziato dal FNS, dal titolo “Clownerie – Teatro di movimento – Physical theatre. Ricerche culturali e teatrali sull’esempio della Scuola Teatro Dimitri nel contesto della migrazione culturale nella Svizzera italiana”.

Lo studio è guidato da Richard Weihe, professore aggiunto Supsi - Scuola Teatro Dimitri, da Ruth Hungerbühler decana della STD e da Demis Quadri, docente e ricercatore presso la stessa scuola, con la partecipazione di numerosi altri istituti europei. L’idea è quella di partire dalla ricostruzione del contesto in cui è nato il teatro Dimitri e la sua scuola - un contesto fatto di migrazioni e incontri fra culture che hanno visto fra i protagonisti la stessa famiglia di Dimitri - per riflettere poi sui fondamenti stessi del cosiddetto Physical Theatre.

“Questi fenomeni migratori - spiega Demis Quadri – hanno spinto a superare le barriere linguistiche e ad approfondire linguaggi come quello del corpo: è un’esperienza che si ripete ogni giorno qui a Verscio, dove convivono studenti provenienti da tutto il mondo. Questa condizione che di per sé esalta le differenze, al tempo stesso ci mostra come certi tipi di teatro, al di là della provenienza geografica, riescano a toccare in modo profondo anche il pubblico locale”. In questo senso la Scuola Teatro Dimitri rappresenta un laboratorio ideale per fare ricerca su tali forme espressive.

Responsabile del progetto:

ruth [dot] hungerbuehleratastd [dot] ch (Hungerbühler Ruth), PhD
Decana, Scuola Teatro Dimitri - SUPSI
+41 (0)91 796 32 09 (STD)

La voce dei ricercatori:

This text will be replaced
Download
Un teatro in cammino lungo la strada della ricerca, fra arte e rigore scientifico

Benedetto LeporiVorremmo ricucire quella frattura che esiste fra quanto detto a livello teorico-accademico e quanto l’artista porta sul palco.
Demis Quadri, PhD (Scuola Teatro Dimitri, SUPSI)

Scuola Teatro Dimitri - Scuola superiore di teatro di movimento SUPSI

L'istituto, fondato nel 1975 dal clown svizzero Dimitri, dal 2002 è affiliato alla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Propone una formazione di base in tutti gli ambiti del teatro di movimento. Offre un programma di studi Bachelor of Arts di tre anni e un programma Master of Arts in Physical theatre di 18 mesi. L'istituto sviluppa inoltre progetti di ricerca e di esplorazione condotti sui diversi aspetti del teatro di movimento. Durante l'anno accademico la scuola organizza, grazie alla collaborazione di docenti invitati e artisti affermati, workshop e seminari per professionisti e amatori.

Contatti:
Scuola Teatro Dimitri - SUPSI
CH-6653 Verscio
www.teatrodimitri.ch/scuola/home